venerdì 24 novembre 2017

giovedì 23 novembre 2017

mercoledì 22 novembre 2017

Anni '90

Mi chiedono di parlare degli anni '90, mica facile ricordarsi. Musicalmente mi stavo spostando dal rock , di cui amavo soprattutto Pink Floyd, Rolling Stones, Talking Heads e Doors, alla musica cosiddetta mesclada, con influssi molto etnici. Forse perché stavo cominciando a gironzolare per il mondo molto seriamente: ero stato per la prima volta fuori dall'Occidente in Yemen per poi cominciare a rimanere affascinato dal continente indiano e ad innamorarmi della regione indocinese. Erano anche gli anni in cui mi scontravo per la prima volta con la corruzione e con l'anti meritocratico sistema lavorativo italiano. In famiglia gestivamo ancora i cinema di Fidenza e cominciavano ad impazzare sempre di più i film americani pieni di effetti speciali mentre io scivolavo verso il cinema d'essai innamorandomi di film come Baghdad Cafe ma anche di film italiani come Mediterraneo e Marrakech Express. Vivevo in una casa fatiscente su una collina fuori dal mondo con due pastori tedeschi ed un gatto. Era appena finita la guerra fredda ed in Italia arrivavano le prime ondate di migranti dall'est europeo, come ben raccontato in "Lamerica" di Gianni D'Amelio. Iniziavo ad armeggiare con le macchine fotografiche e mi leggevo Pino Cacucci, Erri De Luca e Antonio Tabucchi.   Si pensava che fosse finita la prima Repubblica e che la seconda fosse meglio ... si pensava!! Il Milan attraversava un periodo d'oro! In Yugoslavia sotto il silenzio assordante del resto del mondo venivano compiuti crimini contro l'umanità. Fondamentalmente io pensavo soltanto a una cosa "Io speriamo che me la cavo"! :-)
Un grazie per la richiesta all'Alligatore.

Una finta tavolozza


martedì 21 novembre 2017

Cacciatori di nazisti

Praticamente un libro di storia. Si parla prima dei soldati britannici della SAS inviati a combattere segretamente in zone di guerra occupate dai nazisti e delle stragi di civili francesi fatte sui Vosgi e in particolare del campo di concentramento di Natzweiler, quindi della caccia ai criminali nazisti portata avanti in segreto da un gruppo di agenti SAS e decisamente ostacolata dalle grandi potenze che spesso utilizzarono criminali nazisti nei servizi segreti in funzione anti-russa durante la guerra fredda.

Toro da asporto


domenica 19 novembre 2017

Finchè c'è prosecco c'è speranza

Non è certo un capolavoro ma sicuramente un film piacevole con un sempre ottimo Battiston ed un indimenticabile personaggio matto che vive nel cimitero del paesino. Stupendi i paesaggi delle colline con i vigneti, il film è ambientato tra Treviso e Venezia. Un giallo semplice tratto da un libro di Fulvio Ervas.

Fine rassegna di viaggio

Si è conclusa ieri sera la rassegna di viaggio fidentina con due ragazze parmigiane che ci hanno raccontato il Messico. Sala piena e graditissima degustazione di birra. La rassegna tutta ha avuto un gran successo di pubblico e si ripresenterà l'anno venturo con nuovi personaggi e nuovi racconti, sempre nell'ottica della cultura di viaggio. A riprova del successo mi hanno contattato diversi fotografi e viaggiatori pronti a raccontare il loro punto di vista.


Anno 2017 - parte 47

Niente mondiale per la nazionale italiana di calcio: ahi ahi ahi!!
Terremoto devastante al confine Iran Iraq , magari parlarne un po'.
Si prospetta per l'anno nuovo un'altra esibizione da docente in un corso di fotografia .. comincio ad aver paura già adesso.
Parlare di maltrattamenti dei migranti in Libia è una definizione eufemistica.
Non è un bel periodo: sembra che alcuni personaggi maligni si stiano accanendo contro di me .. a fatica ma mi sto difendendo!
A me fa molta più paura l'alleanza saudita-israeliana in funzione anti Iran che non la farsa coreana!
Vedere una libreria indipendente che ad ogni evento è pienissima di gente entusiasta è come respirare una grossa boccata d'ossigeno!
Resistere resistere resistere!

Lanterne


venerdì 17 novembre 2017

Cantalamappa

Il mio primo approccio con i Wu Ming è stato più che positivo. Questo libro è presentato come racconti per bambini o ragazzi, ma sono racconti eccezionali che incantano anche un adulto e se si vuole proprio trovare un difetto al libro è che sono soltanto 80 pagine, ma per fortuna che c'è anche un seguito che dovrò assolutamente recuperare!

Ricordi dalla route 66 - parte 12









giovedì 16 novembre 2017

Non stare zitta


Ninfee nere

Avevo letto diversi lettori osannare su internet i gialli di Michel Bussi, scrittore francese, così ho preso in mano "Ninfee nere" pubblicato in Italia soltanto l'anno scorso. Un gran bel giallo tutto ambientato a Giverny attorno alla storia del grande pittore Claude Monet. Ci si appassiona e non mancano i colpi di scena che obbligano a non mollare il libro fino all'ultima pagina.

mercoledì 15 novembre 2017

The place

Solo dialoghi in questo film con uno dei miei attori italiani preferiti, Valerio Mastandrea, giochi psicologici che appassionano lo spettatore senza bisogno di effetti speciali e di cambi di ambientazione. Il film diretto da Paolo Genovese mi è proprio piaciuto!

Fiori bianchi



martedì 14 novembre 2017

Memorie di un rivoluzionario

Un libro fondamentale scritto da Victor Serge, firma letteraria di Kibalcic, che racconta la storia dalla rivoluzione russa al nazismo con un elenco di nomi spesso dimenticati di tutti gli importanti rivoluzionari del secolo. La trasformazione della rivoluzione operaia nel totalitarismo assoluto, un libro di storia, politica e filosofia di valore assoluto. Importante per capire la prima metà del secolo scorso ma anche l'evoluzione successiva, scritto da chi c'era!

Ricordi dalla Route 66 - parte 11








lunedì 13 novembre 2017

Muri dipinti a Legro

http://www.marcocavallini.it/legro.html
E' online un reportage fotografico su Legro, paesino sul lago d'Orta con murales e graffiti dedicati al mondo cinematografico.

Tu che passi


domenica 12 novembre 2017

Il Messico a Fidenza

Quinta e conclusiva serata della rassegna "Incontri di viaggio a Fidenza" presso Ex Macello, via Mazzini 30, Fidenza.
"Il nostro Messico, in viaggio tra Yucatan e Chiapas" con Cristina Croera e Linda Gazzea
Tre settimane da backpackers in libertà, respirando colori, persone e misteri.
Cristina Croera, viaggiatrice e fotografa per passione: Viaggio da quando ho 15 anni, da sola o in compagnia. Mi piace spesso andare lontano, scoprire ed esplorare mondi e modi diversi dai miei, con cui riempirmi di nuovo e di bello. Ma anche guardare con occhi diversi ciò che sta vicino, e sorpendermi di quanto puo' nascondere ad uno sguardo non attento. Mi piace cogliere attimi di emozione e magari fissarli in uno scatto, così che l'emozione possa rivivere ed essere trasmessa ad altri. Per me viaggiare e fotografare è condividere
Linda Gazzea: viaggiatrice fai da te, lascio che siano i luoghi a chiamarmi per vivere esperienze di vita a contatto con l'umanità e la natura. Alla ricerca del mio posto nel mondo non perdo occasione di partire soprattutto verso Oriente dove i miei sensi s'inebriano di bellezza. Libri e yoga fanno da muse ispiratrici nei viaggi alla ricerca di me stessa.
La serata sarà anticipata da una degustazione di birra organizzata da Stiron Barley Free.

Anno 2017 - parte 46

Ormai sembra quasi che le stragi fatte negli Stati Uniti non facciano più notizia.
L'ottima fiera "vini e vignaioli" a Fornovo Taro sta diventando un appuntamento imperdibile.
Il genocidio dei musulmani nel Rakhine birmano continua senza soste, arrivano notizie di crimini allucinanti.
Un giorno ricordiamoci che la sconfitta dello Stato Islamico in Siria è merito soprattutto dei curdi! 
Sarà l'età ma vedendo una categoria di rampanti incapaci, megalomani e soltanto raccomandati crea un notevole pessimismo sul futuro dell'Italia.
Ricomincia la moda del lanciare sassi contro le auto!
La rassegna di viaggio che organizzo a Fidenza sta andando molto meglio delle più rosee previsioni , ma che mazzo ci si fa!?

Entrare in metro


sabato 11 novembre 2017

Quarta serata della rassegna di viaggio

Oltre novanta persone nella quarta serata della rassegna di viaggio fidentina e tutti incantati davanti alla favolosa presentazione di Michele Bottazzo che ci ha magistralmente descritto l'Alaska e lo Yukon. Notevolmente cambiata la sala che diventerà presto un cinema ma questo non ha fermato il pubblico accorto in massa che si è goduto anche l'ottima degustazione di birra de Il Fermentatore.